martedì 28 dicembre 2010

RUSSI E IL NULLA

118 VETERINARIO, IL COMUNE DI RUSSI E’ SCOPERTO DAL SERVIZIO

Abbiamo volantinato per informare i cittadini di Russi (che non l’hanno presa bene), ci siamo offerti di raccogliere i fondi necessari per rinnovare il servizio di reperibilità zooiatrica (1300 euro l’anno), abbiamo scritto vari comunicati stampa; ma per il Comune di Russi è stato un “nulla”. Nessuna volontà di continuare con il servizio pubblico del 118 veterinario. Pertanto fra tre giorni, questo Comune non avrà più questo servizio. Scelta che si contrappone anche al nuovo Codice della Strada dell’agosto 2010, che con il nuovo adeguamento, prevede l’obbligatorietà di soccorso per animali feriti. Inoltre, la circolare del ministero della Salute del 4 agosto 2010 coinvolge le amministrazioni inevitabilmente nell’applicazione della norma, quando sostiene “l’inderogabile necessità di assicurare il servizio di reperibilità e pronto soccorso (così come definito dalla Dgr 2332 del 9 Agosto 2005) per animali da parte di tutte le Amministrazioni competenti”. Servizio scoperto proprio nei giorni di festività, quando i veterinari saranno irreperibili. Riteniamo che anche alla luce del nuovo codice della Strada e davanti alla responsabilità di un Sindaco dello stato di salute di cittadini e degli animali nel suo territorio, questo servizio doveva essere ampliato e migliorato , e non soppresso senza alcuna ragione. Il Consiglio Comunale di Russi si terrà l’11 gennaio, nel frattempo c’è il “nulla”.

L’Occhio Verde

Ravenna Punto a Capo

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento è in attesa di essere moderato dagli autori.