domenica 9 gennaio 2011

CAFFE' LETTERARIO: UN TAGLIO AL FUTURO

Appuntamento al caffè letterario di Ravenna Punto a Capo giovedì 13 gennaio,sempre al Circolo degli Escursionisti, sempre alle 21,00 e sempre ingresso gratuito. Questa serata è dedicata al mondo della scuola ai tempi della Gelmini grazie al libro di Sebastiano Gulisano.Siciliano, anzi jonico-etneo trapiantato a Roma. Cane sciolto, curioso, giornalista per passione civile. Disadattato,sognatore: cioè fesso.

Un'inchiesta sul futuro dell'Italia. Un megafono aperto per quanti, tra studenti, docenti e ricercatori italiani, non hanno avuto modo di confrontarsi sulle riforme del ministro Gelmini e sui tagli del collega Tremonti. Cosa rimane dell'istruzione pubblica italiana nell'era del berlusconismo? Sebastiano Gulisano, con scrupolo giornalistico d'altri tempi, ha incontrato i protagonisti del mondo scolastico e universitario cui è stata tolta la possibilità di replica, in nome della ragion di Stato e della governabilità. E ha messo in evidenza, con crudezza, ciò che molti denunciavano da anni: strutture fatiscenti, classi sovraffollate, lavoro precarizzato e giovani senza speranza, costretti a emigrare verso altri paesi. Fino ai casi più tragici di chi si è tolto la vita, non riconoscendo più alcun futuro di fronte a sé. La scuola della Gelmini risulta essere, così, un modello molto, troppo lontano dai nostri stessi dettami costituzionali. Dalla rimozione degli ostacoli che limitano lo sviluppo di ogni cittadino, si è passati in poche e rapide mosse alla loro certificazione per legge.

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento è in attesa di essere moderato dagli autori.