sabato 8 gennaio 2011

Napolitano a Ravenna

3 commenti:

  1. Ciao! Sto cercando di capire se è stata da voi contestata la visita di Napolitano a Ravenna e perché...cioè, era una battuta vero che non ci sono i soldi per le case popolari per sta festicciola si, vero? Quanta roba manca qui in Italia? Anche la cultura direi, anche la memoria storica...mi sfugge quanto è importante per noi questo e quanto è importante la commemorazione del Presidente al Teatro e il suo esempio oso dire di rettitudine morale che dà al nostro Paese....senza polemica, davvero la voglia di capirvi. :) Claudia

    RispondiElimina
  2. Cara Claudia, non è stata una contestazione poichè Napolitano è una figura che dovrebbe essere al di fuori dalla logica di partito. Ma, permettici che ieri tutto ciò che c'è stato ha avuto un costo enorme, costo che paghiamo noi. In un momento storico nel quale tutto ai cittadini viene tagliato, e nel quale la gente è sempre più povera ( e i poveri sono sempre di più)forse questa visita si poteva almeno ridimensionare un pò. Se la presenza del Sindaco non fosse stata a scopo elettorale e se doveva giovare alla città, il giro doveva prevedere la visita alle case popolari, l'ospedale, la zona industriale, la darsena, il porto. Insomma, ieri è stata la solita baracconata per l'elite di Ravenna, dove solo alcuni "esistono" e sono invitati e hanno parola. Tutti gli altri a distanza e zitti.
    La morale che da al nostro Paese, spiegamela tu, visto che ha firmato senza esitare il lodo Alfano e la riforma Gelmini.

    RispondiElimina
  3. "se la presenza del Sindaco" ho scritto Sindaco al posto di Presidente.... mi son sbagliata..

    RispondiElimina

Il tuo commento è in attesa di essere moderato dagli autori.