giovedì 27 gennaio 2011

Risposta al comitato promotore de "la casa delle donne"



Martedì 25 gennaio durante l’incontro per le “donne al buon governo” ci è stata espressa richiesta, verbale e scritta, dal Comitato promotore per la “casa delle donne” di spazio e sostegno concreto e di mettere in discussione il “maschilismo di cui è impregnata la nostra società”.

Dopo una discussione nel nostro gruppo, inviamo breve risposta della nostra posizione.

La nostra Lista Civica vede candidate 15 donne su 32 componenti, ha candidato a Sindaco una donna (Samantha Comizzoli), capolista un’altra donna (Emma Di Emidio). Non abbiamo percepito nella realtà del nostro gruppo un maschilismo che farebbe figurare le donne come “poverine”. Se fosse così, le lotte femministe degli scorsi decenni sarebbero state un fallimento. Crediamo che ci sia un po’ di conflittualità nell’esposizione del Comitato Promotore, in quanto: le lotte femministe erano per la libertà delle donne di appropriarsi, conoscere e disporre del proprio corpo. Se, oggi, una donna vuole partecipare a “miss maglietta bagnata” DEVE essere libera di farlo. Noi forse potremo non condividere e non farlo, ma privarla della sua libertà andrebbe contro proprio a quei principi per le quali le donne hanno lottato. Inoltre, se si difendono le donne, vanno difese tutte, anche coloro che decidono di partecipare ai festini praticando il mestiere più antico del mondo. Vorremmo che l’atteggiamento di piangersi addosso e chiedere spazio e diritti agli uomini finisse. Non abbiamo bisogno di uomini che ci facciano spazio o ci riconoscano i diritti, niente pacca sulla spalla. Noi donne, se ne abbiamo le qualità, emergeremo in politica con intelligenza, volontà, luce propria e determinazione. Le donne sono padrone della propria pelle, non delle pellicce di animali morti che alcune indossano.

Siamo, quindi, disponibili a sostenere una “casa delle donne” qualora fosse concepita in questa dimensione. Magari ospitando la redazione di “Via Dogana” che di donne ha saputo e ne sa parlare.

Ravenna Punto a Capo

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento è in attesa di essere moderato dagli autori.