sabato 30 aprile 2011

IL CLAN DEI PELLEGRINO ARRIVA ANCHE A RAVENNA




Ci pare giusto che nella sfilata dei vip per la campagna elettorale non venga dimenticato chi è più protagonista di quanto si creda
della nostra politica. Il

12 e 13 giugno del 2010 un centinaio di agenti dei Carabinieri, con l’ausilio della Guardia di Finanza e coordinati dalla Procura di Sanremo, sono entrati in azione per arrestare il clan di ‘ndranghetisti dei Pellegrino. Lo scenario non è la Locride, ma Sanremo e Ventimiglia. Gli ‘ndranghestisti sono imprenditori ben inseriti negli appalti pubblici, con licenze ed affari di primo piano. Vengono messi a custodia cautelare in carcere, i reati contestatigli sono di stampo mafioso: dalle estorsioni alle minacce arrivando fino allo sfruttamento della prostituzione. Sono legati a Messina Denaro e al latitante Giovanni Tagliamento. Successivamente all’ordinanza d’arresto viene sciolto il Consiglio Comunale di Bordighera per collusioni con i sopracitati ‘ndranghetisti. Anche sul porto di Ventimiglia è arrivata l’attenzione della D.I.A., dove anche qui operava il clan dei Pellegrino. Ma, alcuni cantieri dove opera il clan dei Pellegrino sono tutt’ora operanti, a noi cittadini ravennati ne è balzato all’occhio uno in particolare: Comune di Camporosso, lavori per la centrale elettrica della Terna. Il clan è operativo per un sub appalto avuto dalla ACMAR scpa di Ravenna. Una svista della ACMAR? I tre fratelli del clan Pellegrino, ovvero Roberto Maurizio e Giovanni, ringraziano. Noi no.
Non a caso avevamo portato una petizione nel Comune di Ravenna dove chiedevamo maggior trasparenza negli appalti pubblici, ma ci fu liquidata con motivazioni del tipo “non serve perché non ci sfugge nulla…”. Il nostro viaggio negli appalti collusi con la mafia continua….
Ringraziamo gli amici attivisti della “Casa della Legalità e Cultura” della Liguria, che ci hanno gentilmente scattato le foto del cartello affisso al cantiere.

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento è in attesa di essere moderato dagli autori.