lunedì 11 aprile 2011

IN RISPOSTA ALLA DISERZIONE DI MASSA




Apprendiamo dal sito di Ravenna e Dintorni che i candidati sindaci diserteranno la tavola rotonda prevista per il 22 aprile a seguito dell'invito della Comizzoli. Motivo: continui cambi di data della Comizzoli?!?
Sveliamo una volta per tutte l'iter dell'invito, così da far chiarezza ai cittadini. Alla prima mail d'invito, senza indicare alcuna data, hanno risposto: lista per Ravenna, Lista del Mare, Ravenna in web, FLI, PDL. Il Sindaco rispose di essere disponibile tramite stampa. Vandini non rispose.
Dopo i primi articoli capimmo che Matteucci non aveva ricevuto la mail, o meglio, essendo inviata all'indirizzo del PD, non era stata girata a lui. Vandini, invece, interpretò libertà di risposta entro 10 gg.
Indicammo una data, quella del 19, ma seguirono le indisponibilità di alcuni, fra i quali il Sindaco. Apprendendo la sua disponibilità direttamente dalla sua segreteria al telefono, e anche dagli altri candidati sempre telefonicamente, si arrivò ad avere la disponibilità di tutti per la sera del 20. Vittoria!..... Invece no!
Il mattino successivo la disponibilità del Sindaco era cambiata, questa volta l'unica data possibile è il 22 aprile. E questa data abbiamo dovuto scegliere, non perchè ci piace giocare con le date.

Ora, la data è il 22 aprile, ed è inutile che facciamo capricci o problemi della serie "ufficio complicazioni affari semplici". Sappiamo benissimo anche noi, che ci sono molti appuntamenti, ma sappiamo anche che è una questione di volontà e di scelta in base alle priorità. Non stiamo certo facendo una bella figura davanti ai cittadini che vedono 6/8 candidati che non riescono a mettersi intorno ad un tavolo per una sera, pubblicamente. Ci candidiamo per amministrare un Comune? Come mai manca la volontà di confrontarsi davanti ai cittadini? Dev'essere un virus, lo stesso virus che ha fatto sparire i comizi di piazza dalle campagne elettorali. Lo stesso virus che ha intaccato la democrazia nel nostro paese.
Liberatevi per il 22 aprile ore 21,00, la tavola rotonda ci sarà, i cittadini conteranno le sedie vuote di chi non si presenta al tavolo. La sala non è offerta da Ravenna Punto a Capo, ma dal rimborso che abbiamo avuto per una serata chiusi fuori. Quindi, chi paga è il Comune di Ravenna per un errore. Iniziamo bene la campagna elettorale non commettendo altri errori. Grazie candidati sindaci!
Su facebook c'è già la pagina dell'evento.

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento è in attesa di essere moderato dagli autori.