lunedì 27 giugno 2011

UNA BELLA VITTORIA, ANCHE SE NON CONOSCIAMO ANCORA IL PREZZO

Questa mattina alle ore 13,00 presso il Tribunale di Ravenna si è svolta l’udienza per la vicenda che ci vede imputati (come associazione L’Occhio Verde) di diffamazione con parte lesa il Rag. Ettore Sansavini del Gruppo Villa Maria. Vicenda nota, oramai, che ha visto il rinvio delle udienze, dopo che Sansavini aveva presentato opposizione all’archiviazione chiesta dal Pubblico Ministero, e dopo che il fisico della nostra rappresentante legale aveva reagito male con Fuoco di Sant’Antonio e paresi facciale. Il Giudice Anna Mori si è riservata, tempo qualche giorno, per emettere la decisione. Ma questa mattina siamo usciti dall’aula con una bellissima vittoria che è stata messa agli atti proprio dall’Avv. Panzano (Sansavini): con n. PG 2010170931 della Regione Emilia Romagna e protocollo n. 153/2010 dell’AIOP si è imposto il certificato antimafia per tutti coloro che hanno convenzioni, concessioni o accreditamenti; pena la perdita dell’accreditamento. Messi agli atti anche i certificati antimafia di Sansavini che avevamo richiesto come atti pubblici. Parole in aula dell’Avv. Panzano: “sicuramente la Comizzoli ha influito con questa battaglia, visto che le due comunicazioni sono arrivate proprio due mesi dopo la sua richiesta”. Eh beh, visto che erano decenni che si lavorava senza seguire il protocollo antimafia, questa è una bella vittoria.

Un po’ arrabbiato l’Avv. Panzano per il clamore che questa vicenda ha avuto sulla stampa: “troppa cassa di risonanza, tutti a dare la solidarietà alla Comizzoli e tutti a scrivere articoli sulla stampa….”.

Fino a quando il Giudice non si esprimerà non sapremo che prezzo pagheremo per questa battaglia, ma incassiamo la vittoria e ringraziamo tutti coloro che ne hanno parlato o hanno dato solidarietà: Gian Antonio Stella sul Corriere della Sera, Riccardo Lenzi su Il Fatto, Antonio Amorosi nel suo blog, An.cer per Orazero, Antonella Beccaria, il Passatore, Gruppo Riformanomine, la Lista Civica di Castrocaro, il meetup di Imola, il meetup amici di Borsellino e Schonau di Ferrara, Pino Masciari, la stampa locale e tutti i singoli cittadini. Se il Giudice deciderà per il rinvio a giudizio, lo affronteremo con lucidità.


Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento è in attesa di essere moderato dagli autori.