venerdì 29 luglio 2011

ESIGIAMO LA RISPOSTA

Ravenna Punto a Capo, Slai Cobas per il sindacato di classe e Ravenna Aut, ad un incontro con l’assessore per i servizi sociali Giovanna Piaia, hanno presentato una vertenza casa con misure d’emergenza da attuare nel Comune di Ravenna, il giorno 15 luglio 2001. La vertenza vedeva esproprio nel privato per reperire edilizia popolare, blocco degli sfratti dalle case popolari fintanto che non rientrasse l’emergenza, una palazzina da tenere come base d’appoggio per chi transita in attesa dell’alloggio anziché appoggiarsi ad un albergo e altre misure sui servizi sociali. Avevamo fatto presente all’Assessore che a quella vertenza volevamo risposta scritta e se negativa con motivazioni di diniego. Appreso ieri che il Consiglio Comunale andrà presto in ferie sino a settembre, ci preme avere la risposta da noi richiesta. Già si tratta di persone che “vivono” nell’attesa , se il Comune non riesce nemmeno a dare una risposta scritta in emergenza figuriamoci degli aiuti concreti. Aldilà delle risposte ai singoli casi, noi, come rappresentanti di cittadini, esigiamo la risposta prima che tutti raggiungano i loro luoghi di villeggiatura. Purtroppo, la realtà è questa: non tutti in questo momento hanno le valigie per andare in vacanza, c’è anche chi ha le valigie perché ha uno sfratto.

Ravenna Punto a Capo

Slai Cobas per il sindacato di classe

Ravenna Aut

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento è in attesa di essere moderato dagli autori.