martedì 1 novembre 2011

ADESIONE AL PRESIDIO PER I 3 DENUNCIATI CHE CONTESTARONO STORACE

Giovedì mattina la nostra associazione aderisce e partecipa al presidio indetto da Proletari Comunisti davanti al Tribunale di Ravenna per la denuncia a 3 persone che contestarono Storace con uno striscione nel 2008. Le motivazioni per la nostra partecipazione sono sia generiche che legate al caso stesso. Abbiamo già espresso in passato il nostro sostegno alla Moschea e che si inviti Storace per remare contro ci vede ovviamente contestare il fatto. Vorremmo però concentrare l’attenzione su due aspetti di questa vicenda: la libertà d’espressione a parole o scritta sancita dalla Costituzione e il fatto che tutte le volte che un rappresentante della destra politica arriva a Ravenna si tappa la bocca ai cittadini. Quante volte i cittadini devono difendersi legalmente da queste denunce/soprusi? Quante volte le nostre Procure devono perdere tempo con questi procedimenti inutili e al solo scopo intimidatorio? Ma soprattutto, fascismo e istigazione al razzismo nel nostro Paese non sono vietati? Ci piacerebbe porgere queste domande al diretto interessato Storace e visto che a Ravenna è come in una sua seconda casa, prima o poi gliele faremo. Pieno sostegno ai 3 ragazzi denunciati.

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento è in attesa di essere moderato dagli autori.