venerdì 30 dicembre 2011

LE STORICHE PAROLE DI MATTEUCCI


E con questo video vi auguriamo Buon Anno. Se pensate che siamo cattivi anche per le feste natalizie, pensate anche che con chi ci governa e amministra non è mai abbastanza.
Vi auguriamo che questo sia l'anno della Rivoluzione.

giovedì 29 dicembre 2011

"A SPASSO CON I DAINI"


Ravenna, 29 dicembre 2011

- Alla Provincia di Ravenna

- Alla Guardia Forestale di Ravenna

- All’ufficio Territoriale per la biodiversità di Punta Marina

- A tutti gli organi di stampa

OGGETTO: incontro per “situazione daini nella Pineta di Classe di Ravenna”

Poiché a seguito della notizia apparsa sui giornali locali sulla nostra segnalazione del possibile abbattimento dei daini nella Pineta di Classe, la Guardia Forestale e l’ufficio Territoriale per la biodiversità di Punta Marina hanno contattato la nostra rappresentante legale telefonicamente invitandoci ad un incontro per discuterne;

crediamo che ora ci sia lo spazio e il tempo per capire meglio l’annunciato monitoraggio e parlare della situazione dei daini nella pineta proprio ad un incontro, anche invitando rappresentanti della Provincia di Ravenna.

Dopo questa vicenda abbiamo appreso che la maggior parte dei cittadini non sapevano nemmeno che ci fossero i daini nella pineta a Ravenna, pertanto, attendendo che ci venga comunicato dalla Forestale e dall’ufficio di Punta Marina le indicazioni dell’incontro, annunciamo una nostra nuova iniziativa:

A spasso con i daini”, una domenica al mese organizzeremo una passeggiata nella Pineta di Classe con una guida esperta, gratuitamente, per famiglie, per gli amanti della poca natura che è rimasta a Ravenna, per amanti degli animali, per tutti.

La rappresentante legale dell’associazione

Samantha Comizzoli

Viale Baracca n. 4

48026 Godo di Russi (Ra)

Tel. 340 0997838

martedì 27 dicembre 2011

QUALCUNO PAGO'


Al nostro appello alle forze politiche locali e regionali di prendere posizione sulla denuncia, archiviata perché il fatto non sussiste del Gruppo Villa Maria, che ci lasciò però il conto dell’avvocato difensore da pagare, qualcuno ha risposto. Per il tanto richiesto certificato antimafia di GVM, finalmente eseguito a seguito della nostra richiesta, fummo denunciati per diffamazione. Denuncia che è stata poi archiviata dal Tribunale di Ravenna. Rimase, appunto, il conto del nostro avvocato difensore per il lavoro di difesa eseguito, giustamente. Qualche giorno fa il consigliere regionale del Movimento 5 stelle, Giovanni Favia, ha saldato la nota del nostro avvocato difensore. Ciò va a rinforzare la tesi che la nostra battaglia era giusta e legittima. Altresì a dimostrare che i cittadini hanno la possibilità di cogliere le inadempienze della pubblica amministrazione. Null’altra risposta è arrivata alla nostra associazione, nemmeno di “scuse” da parte della Regione per essersi dimenticati di applicare la legge in una convenzione con denaro pubblico che esisteva dal 1978.

Ovviamente ringraziamo il Movimento 5 stelle e ridaremo loro l’intero importo appena ci sarà possibile.

venerdì 23 dicembre 2011

BUON NATALE

UNA STRENNA NATALIZIA PER LO ZOO


Proprio quando tutti pensano a festeggiare e a banchettare a casa di Ravenna PAC arriva una comunicazione a mò di “strenna natalizia”. La lettera è del Ministero dell’Ambiente a seguito di nostra interpellanza riguardo la licenza per lo zoo di Ravenna. In effetti i tanti articoli usciti sulla stampa locale che ne annunciavano l’apertura non sono bastati al TAR per accelerare i tempi di discussione del ricorso, pertanto ci voleva qualcosa di più “ufficiale”. Abbiamo scritto al Ministero per sapere se Alfa 3000 aveva già fatto richiesta della licenza. Alleghiamo la risposta che ci permetterà di discutere il ricorso finalmente in brevi tempi, ma nello scritto un paio di notizie ci sono saltate all’occhio.

Alfa 3000 avrebbe richiesto la licenza nel 2005, proprio l’anno nel quale in Italia si rendeva attuativa la legge per gli zoo. Ciò che è strano però, è che nel 2005 a Ravenna vi era ancora in discussione la VIA per lo zoo e che il Consiglio Comunale lo ha definitivamente deliberato nel 2009 con tutti gli elementi emersi appunto dalla procedura di VIA. Ora: o Alfa 3000 ha il dono della chiaroveggenza o avevano già avuto la garanzia da qualcuno che avrebbero realizzato lo zoo, in barba a tutto l’iter autorizzativo.

Il secondo punto per il quale stiamo lavorando in queste ore è la dichiarazione, data al Ministero dell’Ambiente, da parte di Alfa 3000 che i lavori per la costruzione dello zoo sarebbero terminati il 30 agosto 2011….. Perdonateci, ma secondo il D.Lgs 73/2005 il parco deve avere la zona didattica/scientifica per la biodiversità. Nel sito di Alfa 3000 viene espressamente indicata come “pronta nel 2012”, inoltre noi stessi che eravamo lì a fine agosto per manifestare possiamo documentare che i lavori non erano affatto terminati, non sono terminati nemmeno ora. Questo non è forse dichiarare il falso?

Augurando a tutti di non vedere nel 2012 né mai gli animali esotici imprigionati alla Standiana.

sabato 17 dicembre 2011

BAMBY PER IL PRANZO DI NATALE? DIFFIDA


Poiché sulla stampa di oggi (Il Resto del Carlino) v’è la conferma proprio con parole ufficiali della Forestale della “soffiata” che abbiamo avuto e della quale ieri chiedevamo delucidazioni, vi informiamo che oggi abbiamo inviato regolare diffida al Corpo della Forestale di Ravenna per l’abbattimento dei daini della Pineta di Classe. Nella diffida chiediamo altresì alla Forestale di rispettare le leggi vigenti che prevedono “piano ecologico” come trasferimenti e sterilizzazioni.

Non risulta a questa associazione alcun incidente causato da un daino suicida sulla strada, ci piacerebbe che fossero un po’ più precisi nel citare i fatti. Anche quando si parla di Ferrara vi è una grossolana inesattezza: le uccisioni dei daini iniziarono anche lì per mano loro, ma l’intervento delle associazioni animaliste li fermò inducendoli a seguire il protocollo. Inoltre si parla di piano ancora in fase di studio, eppure la macellaia prende già le prenotazioni per la carne di daino. Sappiamo che avranno appuntamento nella caserma di Punta Marina….

Un daino non può disturbare la natura circostante, l’uomo lo fa. Sono stati importati qui dall’uomo e ora l’uomo decide che danno fastidio, quando l’uomo ha già legiferato per salvarli con fiumi di parole. Si parla di "danno all'ambiente"... perchè, i daini non fanno parte dell'ambiente? E che danno può aver fatto bamby più di quello che fa l’uomo ogni giorno?

Invitiamo la forestale che dovrebbe far rispettare le leggi in materia ad operare loro stessi in primis nel rispetto delle leggi e per ciò che sono stati preposti, la difesa degli animali.

Ovviamente chi ama gli animali non si tirerà indietro da far scudo per i daini. Chiudiamo con una domanda: il guadagno della vendita della carne, esattamente, a chi dovrebbe andare?


DIFFIDA

- Al Corpo Forestale Provinciale di Ravenna

- Al Corpo Forestale della Regione Emilia Romagna

- All’ufficio Territoriale per la biodiversità di Punta Marina

- Al Comune di Ravenna

- Alla Provincia di Ravenna

- p.c. a tutti gli organi di stampa

Ravenna, 17 dicembre 2011

OGGETTO: DIFFIDA

A seguito di nostra precedente richiesta in data 16 dicembre 2011 ove si chiedeva chiarimento sull’intenzione della Forestale di Ravenna di abbattere i daini della Pineta di Classe e della successiva vendita della carne, già in accordo con macelleria;

A seguito delle parole ufficiali pubblicate in data odierna su “Il Resto del Carlino” della Dott. Mazzotti della Forestale Provinciale di Ravenna che confermerebbe tale intenzione;

DIFFIDIAMO

Il Corpo Forestale della Provincia di Ravenna di abbattere i daini della Pineta di Classe e

CHIEDIAMO

il rispetto delle leggi regionali che prevedono un piano ecologico (trasferimento e sterilizzazione) in accordo con l’Istituto Nazionale per la Fauna selvatica come previsto da Legge Regionale dell’Emilia Romagna.

La rappresentante legale dell’associazione

Samantha Comizzoli

Viale Baracca n. 4

48026 Godo di Russi (Ra)

Tel. 340 0997838

Le associazioni firmatarie:

Ravenna Punto a Capo

L’Occhio Verde

Animal Liberation Onlus

Cruelty Free

Animal Freedom Rimini



venerdì 16 dicembre 2011

A RAVENNA SI UCCIDE BAMBY PER NATALE?

- Alla Giunta di Ravenna

- A tutti I consiglieri comunali di Ravenna

Ravenna, 16 dicembre 2011

OGGETTO: RICHIESTA DI CHIARIMENTO

Premesso che nella giornata di ieri alla nostra associazione è sopraggiunta una segnalazione di carattere ufficioso e senza alcune prove di documentazione, CHIEDIAMO a Voi tutti se ciò corrisponda al vero e di fornirci di copia dell’ordinanza:

- Parrebbe che il Corpo della Guardia Forestale di Ravenna stia per abbattere i daini della Pineta di Classe in accordo con una macelleria di Ravenna per la vendita della carne in vista del periodo natalizio. Ciò forse per non far aumentare il numero degli animali non seguendo il protocollo di sterilizzazione o di trasferimento dei daini. Parrebbe altresì che la Forestale avrebbe appuntamento con la macellaia presso la caserma di Punta Marina a breve e che la stessa si sia già adoperata per le prenotazioni della carne con la sua clientela.

Poiché è tutto di carattere ufficioso come già esplicato le associazioni firmatarie chiedono se vi sia qualsiasi nuovo protocollo che preveda l’abbattimento dei daini e ne chiediamo copia oltre che doverosa risposta del Comune di Ravenna.

La rappresentante legale dell’associazione

Samantha Comizzoli

Tel. 340 0997838

L’Occhio Verde

Animal Liberation Onlus

Cruelty Free

A RAVENNA SI UCCIDE BAMBY PER NATALE?

- Alla Giunta di Ravenna

- A tutti I consiglieri comunali di Ravenna

Ravenna, 16 dicembre 2011

OGGETTO: RICHIESTA DI CHIARIMENTO

Premesso che nella giornata di ieri alla nostra associazione è sopraggiunta una segnalazione di carattere ufficioso e senza alcune prove di documentazione, CHIEDIAMO a Voi tutti se ciò corrisponda al vero e di fornirci di copia dell’ordinanza:

- Parrebbe che il Corpo della Guardia Forestale di Ravenna stia per abbattere i daini della Pineta di Classe in accordo con una macelleria di Ravenna per la vendita della carne in vista del periodo natalizio. Ciò forse per non far aumentare il numero degli animali non seguendo il protocollo di sterilizzazione o di trasferimento dei daini. Parrebbe altresì che la Forestale avrebbe appuntamento con la macellaia presso la caserma di Punta Marina a breve e che la stessa si sia già adoperata per le prenotazioni della carne con la sua clientela.

Poiché è tutto di carattere ufficioso come già esplicato le associazioni firmatarie chiedono se vi sia qualsiasi nuovo protocollo che preveda l’abbattimento dei daini e ne chiediamo copia oltre che doverosa risposta del Comune di Ravenna.

La rappresentante legale dell’associazione

Samantha Comizzoli

Tel. 340 0997838

L’Occhio Verde

Animal Liberation Onlus

Cruelty Free

domenica 11 dicembre 2011

BANCHETTI PETIZIONE CONTRO LO ZOO DI RAVENNA



Continuano i banchetti per la raccolta firme contro lo zoo. Ci trovate sabato 17 dicembre al mercato di Piazza Sighinolfi a Ravenna dalle 9,00 alle 12,30. Cogliamo l'occasione per ringraziare tutti coloro che stanno firmando e tutti coloro che stanno raccogliendo le firme sparsi in giro per l'Italia. Dopo 12 settimane di banchetti, a Ravenna ieri c'è stata la ressa al banchetto per la tanta gente..Siete tantissimi! Grazie.







mercoledì 7 dicembre 2011

11 DICEMBRE: MERCATINO NATALIZIO DELLO SCAMBIO


Domenica 11 dicembre ci sarà il nostro consueto mercatino dello scambio, dove potrete barattare tutto ciò che non utilizzate con quello che troverete al mercatino. Svuotate cantine ed armadi!!!














Immagini di repertorio:

giovedì 1 dicembre 2011

PUBBLICITA'....


In data odierna la nostra associazione ha segnalato all’Antitrust alcuni contenuti del sito www.ledunedeldelta.com. il sito dello zoo, infatti, si propone come luogo per specie in pericolo d’estinzione. Ma nella normativa delle CITIES, non figurano le specie elencate nello zoo come in “via d’estinzione”. Altresì viene pubblicizzato come possibile centro per il soccorso animali, ma le specie previste erano già state dichiarate sia nel numero sia nelle specie nel procedimento di VIA di qualche anno fa, pertanto potrebbe essere solo chiaroveggenza che Alfa 3000 sappia già che quegli animali siano bisognosi di soccorso.

Ciò è emerso dai banchetti per la petizione contro lo zoo, da inviare ai 3 Ministeri che daranno la licenza, dalla voce dei cittadini che si sono trovati confusi da ciò che veniva pubblicizzato. Ci auguriamo che l’Autorità garante della concorrenza e del mercato riscontri la pubblicità ingannevole e il sito internet sia corretto.

Continuiamo con la raccolta firme contro lo zoo anche questo mercoledì per poi dare appuntamento al sabato. La battaglia continua sia con le firme, sia con il ricorso al TAR, sia con la segnalazione alla Corte dei Conti, sia con le manifestazioni. Tutto è ancora in gioco e l’epilogo ancora non c’è.