venerdì 10 febbraio 2012

TANT POUR PARLE'

Ieri abbiamo assistito alla discussione in Consiglio Comunale dell’odg proposto dal Movimento 5 stelle sullo zoo, ove si metteva in discussione il progetto secondo il regolamento d’igiene del nostro Comune. Un odg invotabile, sia per la forma, sia per il contenuto; e questo anche da chi è contro lo zoo. Però, c’è parso doveroso esserci, vista la nostra presenza nella battaglia contro lo zoo.

Le dichiarazioni deliranti del consigliere Baldini (PDL) a favore dello zoo sono state a tratti illuminanti. In primis “non si dovrebbe chiamare zoo perché gli animali non sono in gabbia” e qui o il consigliere non ha mai visto il progetto, o forse ritiene che una gabbia grande, non sia una gabbia. Secondo, ed è la parte che ci interessa maggiormente: il consigliere ha dichiarato che “gli animali messi nello zoo sono nati in cattività, che sono animali soccorsi e che non sono mai stati in libertà”. Bene consigliere Baldini, adesso che l’ha dichiarato e messo a verbale di consiglio, DEVE assolutamente rendere pubblico l’atto comprovante che la sua dichiarazione corrisponda al vero. Pubblichi a mezzo stampa o ci invii l’atto con la provenienza degli animali ed anche la durata della permanenza del loro precedente ricovero. Lo chiediamo, perché in Italia non esiste alcun circo che abbia “dismesso” gli animali.

Certo, questa nostra osservazione non sarebbe uscita se il consigliere avesse quel minimo d’intelligenza per capire i “perché” diciamo “NO ALLO ZOO”, che non hanno nulla a che vedere con la provenienza degli animali. Ma il livello in consiglio comunale era così basso su questa discussione (nessuno conosceva le motivazioni etiche, né gli atti né l’iter autorizzativo, né le osservazioni presentate contro, nulla); che ci incuriosisce la semplice prova di una dichiarazione forse fatta “tant pour parlè”….

Attendiamo sua risposta con documentazione consigliere Baldini.

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento è in attesa di essere moderato dagli autori.